Questo regalo non me lo aspettavo

mutande

Capita di ricevere regali inaspettati (nel periodo natalizio è più facile) e di trovarsi nella situazione di non poterli ricambiare. Cosa fare in casi come questi? A volte si ricorre al riciclo di qualche oggetto con l’inconveniente di fare brutta figura; spesso ciò che ricicliamo è qualcosa che ci è poco gradito e se non è di nostro gusto è possibile che non lo sia anche per l’altro; in questo caso è meglio abbandonare il proposito per non correre il rischio che il nostro comportamento possa essere percepito anche al di là dell’evidenza.

In ogni caso, il riciclo è qualcosa da attuare con molta attenzione: dobbiamo essere sicuri di andare incontro ai gusti di chi lo riceve. Una bottiglia di buon vino è un ottimo regalo, ma perde ogni valore se chi lo riceve è astemio. Quindi, se il regalo ci giunge inaspettato, non entriamo in allarme esternando il disappunto per non averci pensato prima, ma godiamoci quel momento e con uno slancio di altruismo pensiamo che l’altro ci sta facendo un dono, sta donandoci qualcosa di sé. Ricordiamoci che quando doniamo, qualcosa di noi si fa dono, il vero regalo è qualcosa che ci rappresenta trasmettendo emozioni e sentimenti.

continua su http://www.marta-ajo.it/5663/Questo-regalo-non-me-lo-aspettavo-E-adesso-cosa-faccio

Quando gli animali ci trasmettono amore

HPIM2844

Milly arrabbiata

L’amore non ha confini e si espande in ogni dove. Sono mancata da Milano per una notte e la mia cagnolina se l’è presa molto: ha devastato la sua cuccia buttandola in mezzo alla stanza, si è lamentata piangendo e non ha mangiato la pappa, poi appena ho varcato la soglia di casa mi ha inondata di feste. Morale: ha sofferto “da cani” la mia temporanea e per lei inspiegata assenza. Poi si è rilassata passando la giornata a cuccia sprofondata in un sonno ristoratore. Pur amando immensamente il genere umano, non faccio fatica a comprendere chi ama il proprio animale domestico. Gli esseri umani delusi non dovrebbero però allontanarsi e rifugiarsi nell’amore esclusivo verso i quadrupedi, ma ciò deve aiutare ad una riflessione. Prendiamo la modalità espressiva di un cagnolino, il suo saper trasmettere amore, come un modello di relazione da instaurare con i nostri simili umani. Quando tuo marito, tua moglie, tuo figlio, tuo fratello….ritorna da un’assenza bacialo, accarezzalo, sorridigli per fargli capire con un gesto che sei felice di rivederlo. Basta poco per dare e ricevere un sentimento che ci fa stare bene!

Maria Giovanna Farina