Filosofia per vivere meglio: non farti bloccare da inutili pudori

free-hugs

Gli inutili pudori sono tutti quei comportamenti che rendono più complicate le nostre relazioni con gli altri. Ciò succede quando ad esempio evitiamo di dire o dare qualcosa a qualcuno perché abbiamo paura che la nostra proposta non sia gradita. Magari senza saperlo quella persona non vede l’ora di ricevere la stessa cosa, ma non osa chiedere perché a sua volta…

Ciò può accadere con un’amica o un amico, con un uomo o una donna quando magari ci facciamo problemi ad invitarlo/a in qualche luogo e senza saperlo dall’altra parte c’è un gran desiderio di ricevere l’invito: quest’ultimo è il caso più comune di ciò che intendo per inutile pudore. L’inutile pudore non si riferisce solo alla sfera sessuale, ma si estende all’intera gamma di relazioni che intrecciamo durante la vita.

Come fare per tentare di superare questo nostro limite?

  • Per prima cosa mettiamoci nei panni altrui e chiediamoci cosa penseremmo se ci trovassimo ad avere a che fare con questo tipo di comportamento;
  • Poi lavoriamo sul concetto di pudore e teniamo presente il suo valore positivo, cerchiamo cioè di usare il pudore nel non violare l’intimità altrui: magari telefoniamo ad un nostro amico all’ora di cena e poi ci facciamo scrupoli ad invitarlo ad uscire con noi perché forse, chissà, avrà altro da fare…
  • Ricordiamo che ogni proposta (invito o dono) se fatta con la finalità di arricchire l’altro è sempre un atto d’amore e se l’altro non dovesse capirla non è un nostro problema;
  • Riflettiamo sul fatto che ogni inutile pudore, se naturalmente non viola la libertà ed intimità dell’altro, frena la nostra evoluzione nel reprimere uno slancio verso chi ci circonda.

L’uomo non può vivere allontanandosi dall’incontro, un modo per non isolarsi è proprio questo non lasciarsi limitare dagli inutili pudori causati, in ultima analisi, dalla paura di ricevere un rifiuto. Tutto cambia se questo temibile rifiuto noi impariamo a viverlo come un limite del nostro interlocutore, un limite che impedisce a lui di conoscerci di più.

Maria Giovanna Farina © Riproduzione vietata

11 pensieri su “Filosofia per vivere meglio: non farti bloccare da inutili pudori

  1. Trovo questo articolo molto interessante e di grande aiuto. E’ vero, ci facciamo troppi scrupoli nel chiedere o nel proporre qualcosa a qualcuno per paura di un rifiuto. Il contatto umano e sociale è troppo importante per ignorarlo.. grazie dei consigli, ne farò buon uso!

    • Grazie Maria Grazia, quindi indico solo i primi passi, ma piano piano si arriva alla meta.

  2. Trovi una porta aperta circa l’esserne convinto che accada questo e di come occorrerebbe comportarsi ….. Più a dirsi che a farsi, perché di solito a decidere e ad aprirsi agli altri si è in due e non sempre si è concordi … Poi quando si fa un invito, nella stragrande maggioranza dei casi si riceve una risposta di cortesia: “verrei volentieri, ma sa il tempo, la macchina….., la distanza …….” Personalmente sono convinto che occorra dare una priorità ad ogni nostra attività, e quella di incontrare un amico, una persona a cui si tiene o solo perchè si presuma possa nascere un buon rapporto d’amicizia, sta nei primi posti….. Un’altra esperienza che capita di fare è quella di incontrare tanti pseudo amici che accettano volentieri un invito a cena e anche più volte, ma non capita mai che per sbaglio a loro volta ricambino la disponibilità …… come inquadrare questa categoria di persone??? fate voi …….

    Antonio Stasi

      • Caro Piero, chi non conosce il significato di “free hugs” può consultare il dizionario o google traduttore. Chi non lo sa è spronato a indagare, ciò è utile per migliorarsi, senza sentirsi un somaro…e poi i somari non sono così ignoranti come si pensa.

    • Anche gli amici, Antonio, si possono scegliere; la categoria che tu indichi non è quella degli amici, quindi eliminali dalle tue priorità

      • Parli come se tutto si svolgesse in un attimo … Ho solo accennato a vecchie esperienze ….. Certo è facile dire “scegliere”, ma quando dai e dai ci ritrova a tracciarne una linea comune tra la maggior parte delle persone, facilmente il pensiero va a quella massima di Voltaire, la quale esprimeva che vi può essere amicizia solo tra persone sensibili e virtuose …. Caratteristiche sempre più rare probabilmente….

  3. Ho appena letto il tuo articolo interessante come sempre. Gli inutili pudori, di cui tu parli sono quelli che, di solito, creano situazioni difficili da gestire… personalmente ho provato a metterli in atto e come risposta ho ricevuto ” ma tu sei “vintage” devi essere più aperta!”. E solitamente questo tipo di risposta mi è capitato soprattutto nella sfera intimistica! Negli altri rapporti ho lasciato che fossero gli eventi a decidere senza aver paura di ricevere un rifiuto o altro!

  4. Ho letto questo articolo e mi sono quasi identificata, vero ciò che hai scritto a volte ci facciamo degli inutili scrupoli che non portano a nessun risultato solo perchè abbiamo il pudore di offendere l’altro per esempio io mi muovo sempre in punta di piedi e mi rendo conto che è un grosso errore.
    Grazie

    • Sono contenta che tu ti sia resa conto Giuliana, ora cammina appoggiando tutto il piede!

I commenti sono chiusi.