Ho messo le ali: prima mossa

Ho messo le ali

Prima mossa: abbraccia l’ottimismo

effetto-placebo

immagini tratte dal web

Se vuoi mettere le ali, questo è il primo e fondamentale passaggio

Tutto è già dentro di noi, diceva Socrate, lo aveva capito senza studi scientifici ma basandosi su intuito, esperienza e casistica. Non nasciamo certo con le conoscenze innate ma con la capacità di apprendere. Questo vale anche per una disposizione fondamentale come l’ottimismo. In medicina esistono i “falsi” medicinali, i cosiddetti placebo, che svolgono la funzione, ad esempio, di farci passare il mal di testa per il solo fatto che siamo convinti di aver preso un antidolorifico, invece abbiamo ingoiato inconsapevolmente un preparato senza principio attivo. Anche le parole, con la loro azione terapeutica, sono un placebo ma riescono ad esserlo anche in negativo diventando un nocebo (il contrario di placebo). Se riesco a convincerti che il numero 17 porta sfortuna, sarà più facile che quel giorno ti capiti qualcosa di brutto perché sei nella propensione negativa in cui ti ho spinto. C’è una predisposizione innata al pessimismo? Forse, ma siamo noi a permettere che essa agisca. Essere ottimisti, pertanto, dipende anche da noi.

Maria Giovanna Farina © Riproduzione riservata

ho meso lea liali carta